Blog, Tradurre

What is translation and why translation matters?

Translation is one of the most ancient activities people have done in history. The first and most translated book of all time was perhaps the Bible, or more precisely the Book of Genesis.

The Bible was translated in more than 2000 languages worldwide!

Without translation, these documents would not have reached the world and probably Catholicism would not have the diffusion it has nowadays.

According to studies conducted by anthropologists, there are more than 6,000 human languages spoken in the world. We do not know how many languages are written. Maybe 600, but nobody can either read, speak or write in all of these languages. Let’s suppose that someone can read two or three languages, even more in certain cases… But most people cannot read or write in so many languages, that’s why translation matters!

Without translation, some of the most ancient, fundamental books and documents of the history would have been lost forever.

But what is translation?

This seems to be rather a banal question… Everyone knows what translation is! By the way, technically speaking, things are much more complicated than we think. 

Translation is a cognitive process i starting from point A to arrive at point B.

Point A is the source language, while point B is the target language.

When we imagine this process, we could imagine an ice cube melting at the beginning and icing another structure at the end. The first ice cube is the source language with all its rules and structures, the second ice cube is the target language with many different rules and structures. All of them are interconnected.

Enogastronomia

5 cose da fare per tradurre una ricetta

Nel mio ultimo post ho pubblicato la traduzione di una ricetta. Ma qual è il processo di elaborazione dal testo A di partenza al testo B di arrivo? Il processo di traduzione non è qualcosa di immediato, ma passa attraverso diverse fasi. Di seguito vi indico il percorso che ho seguito per la traduzione di questo tipo di testo.

Dividiamolo per fasi:

  1. Lettura generale del testo per avere un’idea di cosa si tratta. Segue una lettura più approfondita per capire quali possono essere le difficoltà del testo.
  2. Trattandosi di una ricetta è un testo breve che può nascondere delle insidie. A questo punto ho individuato tutte le parole da cercare e le ricerche eventuali da fare.
  3. Ho iniziato a tradurre realizzando la prima bozza del testo.
  4. Terminata la prima stesura mi sono presa una pausa per prendere le distanze dal testo. In questo modo posso avere il giusto distacco per poi rileggere e individuare gli errori.
  5. Ho letto e riletto più volte la versione definitiva.

Le difficoltà di questo tipo di traduzione sono legate soprattutto alla terminologia specifica, le eventuali conversioni da fare tra le unità di misura, i prodotti non reperibili dei quali non esiste un equivalente esatto di quello del paese di origine. Ovviamente è importantissimo il contesto in cui una ricetta si inserisce. Non si tratta di una semplice lista di ingredienti e di una procedura da seguire, ma porta con se’ un significato culturale. Un particolare ingrediente può essere più o meno reperibile, perché tipico di quel paese in cui la ricetta ha origine. In poche parole se io che sono in Italia, decido di preparare un piatto tipico di un altro paese, è probabile che non avrò tutti gli ingredienti adatti e che dovrò accontentarmi di un sostituto di un ingrediente che si trova solo nel paese in cui quel piatto è diffuso.